Gen 19

Veduta dei Fori Imperiali

I Fori Imperiali di Roma raccolgono una serie di piazze monumentali edificate tra il 46 a.C. e il 113 d.C. Vengono considerati il centro dell’attività politica di Roma antica, un luogo che nel corso dei secoli si è arricchito di strutture ed edifici. Questi sono composti, in ordine cronologico, da il Foro di Cesare, il Foro di Augusto, il Tempio di Marte Ultore, il Tempio della Pace, il Foro di Nerva, la Basilica Argentaria, i mercati Traianei e la Basilica Ulpia. Il complesso dei Fori Imperiali si estende tra il Campidoglio ed il Quirinale. Tra il 1924 e il 1932 vennero riportati alla luce a seguito della demolizione degli edifici costruiti nell’area per la realizzazione dell’attuale via dei Fori Imperiali.

Questa veduta in acquaforte raffigura i Fori chiamati anche ‘Campo Vaccino’ per la presenza del pascolo delle mucche nella veduta, realizzata da Francois Morel (1768-1830). Si nota molto lo spirito del Grand Tour; questo era un lungo viaggio nell’Europa continentale effettuato da ricchi giovani dell’aristocrazia europea a partire dal XVII secolo; la destinazione più ambita era l’Italia. Da questo viaggio, che poteva durare settimane come mesi, venivano riportati in patria e nelle case alcuni ricordi di quello che si era visitato, principalmente vedute di città.