Gen 13

Ceramiche

14489824089594La ceramica, dal greco κέραμος, è l’arte di costruire vasellame con pasta argillosa. Le origini dell’arte ceramica si perdono nella storia. Gli egiziani usavano l’argilla formata dalle inondazioni del Nilo che si presentava egregiamente alla lavorazione di stoviglie o statue; Questa tecnica passò dagli Egizi ai Fenici, e poi ai Greci che la perfezionarono e ne fecero un’arte. I vasi greci erano abilmente decorati prima con figure nere su sfondo rosso, più tardi il contrario. La novità della ceramica etrusca fu quella del rilievo che si estese perfino nel Mondo Romano. La tecnica della terracotta venne utilizzata dagli Etruschi per realizzare statue, colonne, urne funerarie e qualsiasi oggetto domestico. Con il passare del tempo in tutto il mondo si scoprirono nuove tecniche e metodi decorativi. Dalla Cina all’Oriente Islamico, dalla Spagna all’Italia si sviluppò un procedimento che ricopriva le terrecotte di una sostanza vitrea che le rendeva perfettamente impermeabili e lucide; questi venivano chiamati “Maioliche”. I misteriosi disegni geometrici di gusto orientale e i riflessi metallici delle decorazioni rosse e blu si ingentilivano nelle imitazioni italiane.

Intorno al XV secolo nacque una forma di produzione nuova ed originale per gli occidentali, la “terracotta invetriata“, che raggiunse grandi espressioni artistiche. L’abilità dei decoratori arrivava a copiare quadri di celebri pittori in mezzo a decorazioni di fiori e di foglie. Ogni città aveva la sua <Manifattura> sotto la protezione del signore locale che orgogliosamente ostentava i suoi prodotti. Le Manifatture Medicee producevano già dal XVI secolo bellissime porcellane, ma questa tecnica era gelosamente custodita; solo nel XVIII secolo venne rivelato da Bottger il segreto della fabbricazione della porcellana che segnava il punto d’arrivo di paziente ricerche.

La coppia di vasi proposta nell’immagine fa parte proprio della produzione delle Manifatture Medicee in porcellana a fondo oro. Il corpo è a cratere, bugnate nella parte inferiore e finemente decorato con otto tableu raffiguranti fiori dipinti in policromia. Questa manifattura risale agli anni ’50, proviene da una dimora privata milanese e reca sul fonda la scritta “campione” in blu.

Per maggiori informazioni CLICCA QUI!

Mar 20

Servizi da the antichi in porcellana

tazzinaLa porcellana è un materiale esteticamente tanto bello, quanto delicato e prezioso: ecco perché i collezionisti di oggetti in porcellana sono così numerosi, come numerose sono le sue declinazioni: famosa è la porcellana danese o le ceramiche antiche Richard Ginori ad esempio.
Tra le collezioni più diffuse rientrano i servizi da the antichi in porcellana: se potrà sembrarvi bizzarro, cambierete subito idea dopo averne visto uno da vicino; spesso dalle forme estremamente curate, con bordini in oro e rigorosamente dipinti a mano, questi set sono una meraviglia e trovarne di originali di altre epoche ancora intatti o ben conservati è davvero un’impresa.
Con un po’ di dedizione e pazienza, girando per mercatini delle pulci, si può scovare qualcosa che faccia al caso proprio: ma per veri e propri servizi completi, certificati e di valore, conviene tentare la sorte in un negozio di antiquariato.

Ott 31

Ceramica e porcellana antica sono la stessa cosa? Differenze

capodiLa domanda, soprattutto se non si è esperti in materia, è più che lecita: ma ceramica e porcellana antica sono la stessa cosa? Ovviamente no, altrimenti non le avrebbero chiamate con diversi nomi.
Ma quali sono le differenze?ceramica
In effetti, a prima vista, potrebbero essere facilmente confuse.
La differenza sostanziale sta nel fatto che la porcellana è un tipo di ceramica.
Nello specifico, la ceramica si realizza con argilla, feldspati di sodio e potassio, sabbia silicea, ossidi di ferro, allumina e quarzo. La porcellana, paradossalmente, si produce con minor materie prime, ma è considerata molto più pregiata: ha un aspetto quasi vitreo perché viene smaltata e cotta, poi decorata finemente e cotta di nuovo; dunque attraversa ben due fasi di cottura che la rendono particolarmente dura e soprattutto dal bellissimo aspetto bianco candido.
Un esempio celebre è la porcellana danese o quelle di Capodimonte (foto a sinistra).
La foto a destra è invece uno splendido vaso di ceramica.