Quadri antichi; consigli per la manutenzione

Approffittiamo dell’incontro con la Dr.ssa Isabella Danesini responsabile del restauro dei dipinti antichi presso la ditta Ghilli Antichità Milano, per porLe qualche domanda che riassume in sintesi la curiosità di molte casalinghe.
Domanda (D): cosa bisogna fare per conservare bene un quadro antico?
Risposta (R): innanzitutto è fondamentale assicurarsi che il dipinto venga conservato lontano da fonti di calore quali i caloriferi o in prossimità delle griglie di uscita dell’aria condizionata, poi che non vengano possibilmente esposti direttamente ai raggi della luce del sole; particolare attenzione va posta anche all’illuminazione artificiale che non deve essere troppo vicina per non surriscaldare troppo il film pittorico. Infine ritengo particolarmente importanti anche le condizioni microclimatiche dell’ambiente domestico; serve di raggiungere un buon equilibrio o comunque delle condizioni idealmente costanti tra un microclima troppo secco (tipico del riscaldamento invernale degli alloggi) ed un microclima troppo umido (tipico della stagione estiva o degli ambienti di servizio). Il continuo susseguirsi nel tempo di queste condizioni fa sì che la materia pittorica ed in particolare il relativo supporto (tela, tavola…) subiscano continue deformazioni causando il degrado del dipinto.
D: Come si fa a capire quando serve l’intervento di un restauratore?
R: Ci sono delle patologie evidenti come tagli, buchi, la tela molto lassa con perdite di film pittorico o altrimenti possono esserci problemi di pulitura dovuti a sporco naturale o al degrado della vernice e questo lo si capisce quando il quadro perde di profondità e le figure di plasticità.
D: A chi devo rivolgermi se devo restaurare un quadro antico?
R: E’ fondamentale rivolgersi ad un restauratore esperto.
D: Cosa consiglia a chi possiede un quadro antico per la sua manutenzione?
R: Di non aspettare che il degrado degeneri e piuttosto di anticiparlo richiedendo il parere di un restauratore; a volte piccoli interventi quali la tenditura della tela o la verniciatura possono migliorare sensibilmente la conservazione del dipinto con un minimo esborso.
D: Ha qualcosa da aggiungere?
R: Sì, direi di prestare la medesima attenzione alle cornici, la cui conservazione spesso viaggia parallelamente a quella del dipinto.

Per maggiori informazioni:

Dr.ssa Isabella Danesini

c/o Ghilli Antichità

via A.M. Ampere 55,

20131 Milano

Tel. 0270635993  Mob.3477554135

Email: info@ghilli.it

3 thoughts on “Quadri antichi; consigli per la manutenzione

  1. Excellent weblog right here! Also your site quite a bit up very fast!
    What host are you using? Can I am getting your affiliate hyperlink in your host?
    I wish my website loaded up as fast as yours lol

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.