Orologi antichi

Gli orologi antichi sono vere e proprie opere d’arte, con stili particolari e materiali spesso preziosi, che riescono a imprimere nell’ambiente il gusto e l’atmosfera di un’epoca. L’orologio è sempre stato un elemento fondamentale nella vita dell’uomo: infatti nell’antichità erano le meridiane a indicare i vari momenti della giornata, poi nel medioevo i primi orologi meccanici sui campanili e monasteri fino ad arrivare alla realizzazione di orologi molto complessi elaborati da artigiani europei. Nasce anche il mestiere di mastro orologiaio, che andò via via specializzandosi, sviluppando meccanismi sempre più ingegnosi. Nel corso dei secoli vennero introdotti nuovi meccanismi che resero gli orologi più leggeri e trasportabili, da grossi e pesanti quali erano; le dimensioni si riducono, vengono prodotti orologi da casa costosi e con ornamenti di ogni genere e stile. Il 1700 fu il secolo d’oro degli orologi, che ebbero la loro massima diffusione e raggiunsero il più alto livello tecnologico grazie all’invenzione del pendolo; gli orologi del 1700 e del 1800 sono caratterizzati dalla bellezza estetica e dall’inesattezza dei loro meccanismi: infatti erano molto belli visivamente, dato che venivano realizzati per le famiglie aristocratiche. Un orologio antico è un oggetto artistico pregiato, che dona fascino e originalità anche alle abitazioni moderne. Per farne un elemento caratterizzante dell’arredo è importante saperlo valorizzare, collocandolo possibilmente in grandi saloni o stanze eleganti.