La storia di un tavolo

Il nostro è un lavoro meraviglioso! Ogni giorno si rinnova, ogni giorno ci insegna qualcosa, ogni tanto ci  emoziona! Vogliamo raccontarVi la storia di questo tavolo che abbiamo ritirato perchè è in noce, ben conservato…siamo abituati a considerare l‘estetica o la vendibilità di ciò che compriamo ma questa volta abbiamo capito che ciò che ci circonda ha anche un’anima. 

Questa è la storia che ci ha raccontato la proprietaria del tavolo: “….è appartenuto ad un signore di nome Natale, siciliano, che a 14 anni è venuto a Milano a piedi per imparare un mestiere. E’ andato a bottega da un sarto ed un bel giorno si è aperto la sua sartoria in via Verdi. Il tavolo l’ha ricevuto da un signore in cambio di un abito da uomo, ovviamente su misura! Da quel giorno il tavolo è stato nel suo atelier per 30 lunghi anni. Quel signore ha avuto tre figlie ed una di queste l’ho conosciuta. Quando vidi questo tavolo me ne innamorai immediatamente, non so se del pezzo di legno o della sua storia: si dice che arrivi dalla Francia e che ne abbia viste di tutti i colori!! La cosa interessante per me è stata la sua funzione nell’atelier ed anche il suo ruolo: è stato un testimone……Il lavoro è il mio tema e il tavolo sul quale un padre ha disegnato, cucito, presentato, aggiustato, venduto, reso felici centinaia di persone con i loro abiti nuovi, mi è sembrato un pezzo importante di storia da continuare a far vivere dentro il mio Spazio…..

Caspita! Che bella storia e chissà quante storie non conosciamo. Ogni cosa che ci circonda ha la sua storia e noi da oggi la guarderemo con occhi diversi.